Scegli il migliore,
scegli Zafferano italiano

Eventi e Rassegna

Le iniziative aventi il patrocinio e gli auspici del marchio Zafferano Italiano hanno il rigore della selezione nei produttori espositori e delle Istituzioni e/o Associazioni che li organizzano o coordinano.

LO “ZAFFERANO ITALIANO” PARTE DA CITTÀ DELLA PIEVE

 
21/09/2012 ore 16.11

(UJ.com)(UMBRIAJOURNAL) CITTA' DELLA PIEVE - Città della Pieve, con il Consorzio “Il Croco di Pietro Perugino - Zafferano di Città della Pieve”, intitolato al pioniere dei nuovi produttori Alberto Vigano, e l’Amministrazione comunale sono tra i promotori e fondatori dell’associazione nazionale produttori e del marchio collettivo “Zafferano italiano”. L’associazione, costituitasi nel luglio scorso, è proprietaria del marchio depositato proprio in Umbria, presso la Camera di Commercio di Perugia. La presentazione ufficiale del nuovo marchio di tutela e promozione dello zafferano di produzione nazionale si è svolta giovedì scorso a Firenze, nella  conferenza stampa coordinata da Giovanni Piscolla, presidente dell’associazione dei produttori fiorentini.

 

Protagonisti dell’evento i quattro fondatori dell’associazione nazionale: l’Associazione Produttori Zafferano delle Colline Fiorentine, il Consorzio Il Croco di Pietro Perugino Zafferano di Città della Pieve “Alberto Vigano”, l’Associazione Zafferano di Cascia e la Cooperativa e Associazione Crocus Maremma;  le aziende agricole associate sono circa duecento. All’evento fiorentino hanno partecipato il Presidente del Consorzio dei produttori pievesi Alessandro Mazzuoli e l’Assessore alla Promozione turistica e Sviluppo  Andrea Galletti, che sottolineano il ruolo della sinergia tra associazioni e istituzioni locali nell’offerta di uno strumento in più per la valorizzazione di una produzione di alta eccellenza: “Il marchio collettivo - spiega Mazzuoli - è uno strumento per rafforzare tante piccole realtà produttive e far conoscere le qualità dello zafferano prodotto in Italia, che viene commercializzato in stimmi ed ha aroma e sapori non paragonabili a quello di importazione”.

 

“Diffondere la cultura dello zafferano italiano - aggiunge Andrea Galletti, assessore al Turismo del Comune di Città della Pieve - aiuta anche a  valorizzare le singole realtà territoriali; ecco perché l’istituzione comunale affianca il Consorzio nell’attività di promozione del prodotto, che nella nostra città ha radici antichissime e che oggi può essere occasione di crescita legata alla tradizione  del territorio”. Aderendo all’associazione nazionale, la città della Perugino è tra le prime a potersi fregiare del titolo “Città dello zafferano italiano”. Il mese prossimo, dal  19 al  21 ottobre,  a Città della Pieve  sono in programma le Giornate per la  valorizzazione dello Zafferano, occasione per conoscere da vicino il Croco del Perugino.